EUROTEAM


ATTIVITA'

SERVIZI

PRODOTTI

REFERENZE

 

EUROTEAM


ATTIVITA'

SERVIZI

PRODOTTI

REFERENZE

 
 



Vuoi un sito bello o un sito utile?


Quasi tutti i clienti chiedono un sito molto bello. Ma questo serve solo ad appagare l'ego del committente, non e utile all'azienza, anzi spesso è dannoso: chi visita un sito e interessato ai contenuti, non all'estetica del sito, né agli esibizionismi del programmatore (animazioni ed effetti speciali a gogo):

  • Se il sito è bello, il cliente paga bene: quindi chi fa il sito pone massima cura nell'estetica e nessuna cura sulla funzionalita e sull'efficacia
  • Chi fa il sito e spesso un grafico, che ha più competenza sull'estetica che sul web. Quindi sceglie la soluzione tecnica per lui più semplice, di solito Wordpress, che ha gia moltissimi template prefabbricati molto belli e grafica facilmente personalizzabile: aggiunge un po' di plug-in per soddisfare richieste talora assurde del cliente e il sito e fatto.
  • Wordpress è un CMS creato per fare grandi portali con molti addetti alla gestione, quindi è pesante e scomodo da gestire (molti utenti non inseriscono da soli i contenuti, perché le procedure sono complicate). Inoltre è spesso attaccato dagli hacker, quindi richiede interventi frequenti per gli aggiornamenti
  • Una grafica sofisticata e molti effetti speciali appesantiscono le pagine web, che quindi si caricano lentamente. Un sito lento fa perdere visitatori ed è penalizzato da Google.

Quindi, a parità di bontà dei contenuti, i siti creati per far colpo sul committente vengono pagati di più, ma riducono il numero di visite e peggiorano il posizionamento su Google.

Però chi ordina un sito, come puo sapere se il sito e fatto in modo professionale?


Si può discutere sul CMS migliore sul rischio di hacker: non c'è una risposta precisa. Invece per la qualità del software, e quindi la velocita del sito, la risposta e semplice: basta usare il servizio di valutazione Pagespeed Insights di Google.

Naturalmente chi fa siti belli, ma pesanti, cerchera in tutti i modi di giustificare le sue scelte, pero ha poco da obiettare di fronte a una valutazione fatta da Google, la stessa che serve a decidere il suo posizionamento. Per varie ragioni pratiche ha poco senso cercare di ottenere un rating del 100/100, ma il cliente deve pretendere che il sito raggiunga almeno 80/100, se non 90/100.

Se qualcuno ritiene tutto quanto detto sopra troppo tecnico vediamo da un esempio come è semplice ottenere una prima valutazione:
  • Prendiamo un sito particolarmente bello www.in-lombardia.it: promuove il turismo, quindi la sua visibilita è importante, ed è di un ente pubblico, quindi è fatto da professionisti
  • Vediamo il giudizio di Google: 35/100 per il mobile, 43/100 per il PC, solenne bocciatura. Anche tutte le altre pagine sono su questi livelli, ben distanti dalla sufficienza.
  • Volendo vedere di peggio, si puo andare sulla sezione del sito relativa all'organizzazione: http://explora.in-lombardia.it è valutata 0/100, http://explora.in-lombardia.it/progetti è valutata 9/100

Francamente è difficile immaginare come sia possibile ottenere un giudizio così negativo, ma come tutti possono vedere questi ci sono riusciti. Di fatto è un sito "di regime", che forse rende orgogliosi gli enti coinvolti, ma che pone molti dubbi su come siano stati investiti i soldi pubblici.

Forse chi ha fatto il sito obietterà che conta l'interesse dei contenuti, la velocità non è poi cosi critica. Possiamo solo rispondere citando le fonti piu autorevoli del web-marketing.

MOZ, una delle più famose societa di consulenza SEO, dice nel suo portale che un sito con pagine lente ha due gravi problemi, viene penalizzato da Google e perde visitatori:

SEO Best Practices
Google has indicated site speed (and as a result, page speed) is one of the signals used by its algorithm to rank pages. And research has shown that Google might be specifically measuring time to first byte as when it considers page speed. In addition, a slow page speed means that search engines can crawl fewer pages using their allocated crawl budget, and this could negatively affect your indexation.
Page speed is also important to user experience. Pages with a longer load time tend to have higher bounce rates and lower average time on page. Longer load times have also been shown to negatively affect conversions.


Se serve una ulteriore conferma, questo problema è stato studiato a fondo da iCrossing (www.icrossing.com/uk/ideas/slow-pages-lose-users):

Several studies have shown that investing in site performance can yield positive ROI as just a small increase in page loading time can significantly increase online sales. Not only do slow loading pages have lower conversion rates but they also affect how users perceive online brands. For instance, most users that experience slow page loading times are less likely to purchase again from the same site.
With the rapid increase of mobile devices, online businesses that do not optimise their websites so they load quickly on smartphones and tablets will be left behind the competition. Mobile users are more patient than desktop but they would still abandon a website if it takes more than five seconds to load. This POV investigates the effect of slow page on website performance, conversion and online return.


I dettagli di questo studio si possono leggere QUI.


Contatti: mail info@euroteam.it - tel. 348.13.14.965 Privacy & Cookies